Prestiti per giovani imprenditori e start up: migliori offerte del 2022, novità in materia

Indice dei contenuti

Chi ha bisogno di più liquidità per progetti personali può ora fare affidamento su una varietà di offerte. Tra quelle più amate di recente, ci sono senza dubbio soluzioni di credito per i giovani dai 18 ai 35 anni.

I giovani sono utenti specifici delle banche e delle società finanziarie perché non sempre sono in grado di fornire garanzie finanziarie affidabili quando richiedono un prestito.

I giovani disoccupati si trovano ora in una situazione di vita piuttosto preoccupante, sfortunata e normale. Nel 2022 abbiamo affrontato molte crisi economiche in passato, il che conferma senza dubbio che la nuova generazione non ha terra fertile per poter coltivare la propria passione. Questo è un fatto preoccupante, perché una società che non investe sui giovani è una società che non crede nel progresso, rifiutandolo, si aggrappa a idee conservatrici che fanno ormai parte del passato. Ciò significa che l’economia stessa ha meno sviluppo e rinnovamento e non può tenere il passo con il ritmo dei grandi paesi che ora ne determinano le regole.

Gli analisti sono molto preoccupati per i dati dei giovani italiani. Il nostro Paese è composto prevalentemente da anziani, i dati anagrafici lo confermano, i dati ci dicono che ogni anno muoiono 200mila persone in più rispetto a quelle che nascono, come se una città stesse scomparendo ogni anno. A causa della mancanza di decisioni di cambiamento intergenerazionale, l’azienda non assume più e i giovani laureati preferiscono andare all’estero per trovare lavoro, cosa che ha causato la cosiddetta fuga di cervelli che ha gravemente peggiorato l’economia italiana.

Una guida per i giovani imprenditori e startup

I giovani, però, non accettano il fallimento, sono persone che sanno tornare in gioco anche nei momenti più difficili, perché sono tanti i fatti nella storia che lo dimostrano. Sono la vera rivoluzione nel modello sociale ha ribaltato la situazione storica. Questo perché i giovani sono sempre caratterizzati da una critica dinamica del perseguimento degli obiettivi e accettano anche una serie di rischi che le persone comuni non possono sopportare.

Per questo abbiamo creato questa guida specifica per i giovani imprenditori o startup, al fine di renderli consapevoli del ventaglio di opportunità offerte dai vari soggetti pubblici e privati ​​per trarre vantaggio da fattori molto favorevoli. Con l’aiuto di questa guida non vogliamo creare false speranze, analizzeremo quali sono i veri strumenti delle banche, delle istituzioni pubbliche locali e statali o della stessa UE.

A quali strumenti si può accedere:

In questo paragrafo analizzeremo le opportunità personali a disposizione di un giovane imprenditore. Pertanto, puoi diffondere alcune informazioni in modo approssimativo e, se necessario, puoi passare al paragrafo che ti interessa di più e puoi anche conoscerne il significato specifico.

Nello specifico sono:

  • I prestiti per giovani imprenditori o nuove start-up sono sicuramente più difficili da acquisire, ma se avete idee innovative eccezionali e una solida base economica, questi prestiti possono diventare uno strumento di crescita.
  • I prestiti di formazione professionale sono senza dubbio il primo passo per chi vuole intraprendere un’attività imprenditoriale, al fine di acuire le proprie competenze. Questo mira a finanziare la formazione personale e si può facilmente affermare che questo è uno degli investimenti più redditizi e più sicuri che una persona possa fare. Attraverso la formazione, puoi perseguire lavori di alto livello e ottenere una retribuzione più elevata.
  • Infine, analizzeremo un’ipotesi più lontana, ovvero il contratto di garanzia personale o fideiussione, che è lo strumento di garanzia utilizzato nel contratto bancario, in modo che il giovane disoccupato possa ottenerlo da un punto di vista economico e a basso tasso di interesse.

A seguire andremo ad analizzare il tutto nello specifico.

Prestito per giovani imprenditori e startup

Per esigenze ben precise e procedure piuttosto complicate, questo tipo di prestito è difficile da ottenere, ma se sei disoccupato (questo è il primo requisito), e da un punto di vista imprenditoriale e innovativo, la tua idea è molto corretta , Quindi vale la pena partecipare alla gara, perché se sei l’offerente vincitore, puoi ottenere un prestito fino a 500.000 euro. Le attività di gara sono regolarmente aperte e chiuse da istituzioni regionali, nazionali o istituzioni pubbliche come l’Unione Europea, quindi si consiglia di tenersi sempre aggiornati sul sito web dell’istituzione.

  • Requisiti: Generalmente bisogna avere tra i 18 ei 40 anni. Disoccupazione accertata. La partita iva (se aperta) deve essere non valida e non può essere aperta entro sei mesi prima della richiesta, Non devi essere un membro di un’altra azienda.
  • La procedura prevede che venga presentato e redatto in modo tecnico un progetto imprenditoriale, con allegato un business plan e anche un piano generale. Non sono affatto semplici questi documenti da compilare, infatti consigliamo sempre l’ausilio di consulenti tecnici per evitare di omettere procedure importanti per l’aggiudicazione della gara.

Nel mondo imprenditoriale bisogna avere più formazione possibile: questo è un ottimo investimento.

Questo è il tipo di prestito di cui hanno più bisogno i giovani imprenditori, perché il primo passo per sbarazzarsi dei prestiti pagati è proprio dal punto di vista della formazione, che è la base per aumentare le loro competenze. I requisiti richiesti sono molto semplici, universali e alla portata di tutti, quindi tali prestiti sono molto facili da ottenere.

  • Requisiti: Generalmente sono rappresentati nel modo seguente: Tra i 18 ei 30 anni circa. Devi avere una laurea e, in molti altri casi, devi raggiungere un certo grado per dimostrare che gli studenti sono fiduciosi nella loro determinazione a completare i loro studi. Infine, ovviamente, devi fornire la prova dell’ammissione a un corso di laurea, corso equivalente o altro corso di formazione (come un master).

Tali prestiti sono generalmente erogati da banche che hanno stipulato convenzioni con università, oppure hanno firmato convenzioni con enti pubblici della città o regione in cui si va a studiare. Questi finanziamenti sono progettate per coprire le tasse scolastiche e le spese che gli studenti devono pagare durante l’anno accademico. In alcuni casi copre anche le spese esterne, ma comunque legate alla vita che si trova a fare uno studente. Nel caso degli studenti fuori sede che ad esempio devono pagare l’affitto.

Le relative tasse e contributi sono facilmente reperibili nella sezione “Regolamenti fiscali e di pagamento” del sito istituzionale dell’Ateneo. Anche se non sai con quale banca sei affiliato, puoi trovarla facilmente sul portale ufficiale.

Il vantaggio di questi prestiti è che è possibile posticipare il rimborso fino a quando non trova un lavoro o un reddito autonomo derivante dall’attività imprenditoriale, quindi anche il solo raggiungimento del livello di laurea non è sufficiente per provocare l’adempimento degli obblighi di pagamento. Inoltre, il costo del debito è generalmente abbordabile, ovvero non esiste un tasso di interesse elevato.

Il contratto di fideiussione (garanzia personale)

I giovani imprenditori si saranno resi conto che è difficile ottenere prestiti bancari senza uno stipendio o un reddito autonomo: anche se una banca è disponibile, il costo del debito rende il prestito stesso più favorevole alla rinuncia.

Esiste però uno strumento di garanzia molto utilizzato per i prestiti bancari, ovvero il contratto di garanzia personale o fideiussione, che è un contratto in cui una terza parte funge da garante del finanziamento. Infatti, se il debitore principale è inadempiente, il debito dovrà essere rimborsato. Va precisato che lo strumento può essere utilizzato anche in luoghi dove è già presente una garanzia, in questo modo il tasso di interesse può essere notevolmente e ulteriormente ridotto, e si può accumulare, cioè si possono attaccare più garanti allo stesso debito, attraverso la cosiddetta co-fideiussione.

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate

Articolo precedentePrestiti per giovani avvocati
Articolo successivoPrestiti regionali giovani
Avatar
Sono uno studente laureando in Giurisprudenza, la cui passione per la scrittura mi accompagna sin dal liceo. Sono dirigente di due associazioni, la prima studentesca, la seconda socio-culturale. Mi impegno quotidianamente per migliorarmi e sono aperto a nuove esperienze che mi permettano di crescere, sia professionalmente che come persona. Da tempo sto maturando un progetto personale di accantonamento delle proprie entrate a fini previdenziali, creando dei fondi di risparmio da reinvestire nel mercato azionario.